mappa sito | log in  
 
  Centro Sperimentale di Educazione Interculturale
Home     Chi siamo     Tutte le attività     News     Unisciti a noi – diventa socio     Contattaci  
HOME  \\   News   \\   Il Ministero della 'Malattia' autorizza Pesticidi inutili!
 
 

 

Abbiamo ricevuto per posta questa email che rigiriamo nel nostro sito per il suo interesse:
 
 
 

 

ll Ministero della "Malattia" autorizza Pesticidi inutili!

Semmai dovrebbe essere il Ministero dell'Agricoltura a stabilire se un prodotto chimico è necessario o meno in campagna... e il ministero della salute dovrebbe vietare tutti i Pesticidi chimici di sintesi in quanto accertatamente pericolosi per la salute ad ogni soglia di presenza...
 
 
Purtroppo però, nelle commissioni si chiamano solo tecnici esperti di chimica e pesticidi e non esperti agroecologi e di agricoltura biologica, come prevedono le norme, che tutelano l'impiego prioritario delle tecniche sostitutive di quelle pericolose per la salute, diritto costituzionalmente tutelato ed inviolabile, così come l'ambiente salubre e non inquinato.
 
Faccio presente che i prodotti autorizzati straordinariamente (ma anche quelli ordinariamente venduti in agricoltura) son tutti Pesticidi chimici di sintesi tossici e pericolosi gravemente per la salute (come stabilisce la direttiva UE sull'Uso sostenibile degli Agrofarmaci), prodotti inutili in quanto sostituibili con tecniche biologiche sovvenzionate dalla UE !! (Avvicendamenti colturali in primis, Prodotti biologici e insetti utili, bioprodotti microbiologici antagonisti delle malattie e degli insetti, ecc...)
Fermiamo questo scempio !!!
Abbiamo miliardi di € disponibili per riconvertire tutta l'agricoltura italiana in biologico, garantendo maggior reddito agli agricoltori. Soldi che rischiano di passare ad altri paesi se non spesi entro l'anno
Inoltre le malattie degenerative e metaboliche, causate direttamente o indirettamente dai Pesticidi gravano sul bilancio Nazionale per oltre 40 miliardi di €
Abbiamo in mano una finanziaria da 50 miliardi di €...
Finanziamo la Sanità... ovvero l'Agricoltura Biologica e l'alimentazione tradizionale mediterranea
Smettiamo di finaziare la Malattia, regalando i fondi agroambientali a chi compra pesticidi... manipolando il concetto di Agricoltura Integrata, coperti da enti di controllo che certificano ciò che non è controllabile, ovvero un elenco di Pesticidi autorizzati per un numero massimo di trattamenti consentiti... senza una prescrizione obbligatoria (ricetta) per l'acquisto dei Pesticidi.
Chi controlla quanti trattamenti fanno gli agricoltori italiani?
i Carabinieri in campagna?
...intanto abbiamo battuto tutti gli altri paesi UE, con il 35% di tutti i consumi di Pesticidi chimici in Europa.

....allego le autorizzazioni di pesticidi chimici straordinarie varate dal ministero della Sanità di recente... semplicemente incredibile.
Buon Sana 2011

Prof. Giuseppe Altieri, Agroecologo
tel 075-8947433

----------------------------------------------------------------

 

Autorizzazioni straordinarie

Il Ministero, sentita la Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari, può autorizzare, in circostanze eccezionali, l'immissione in commercio di un prodotto fitosanitario non conforme alle disposizioni di cui all'articolo 4, comma 1 del Decreto legislativo 17 marzo 1995, n. 194, per un periodo massimo di 120 giorni e per un'utilizzazione limitata e controllata, qualora tale provvedimento si renda necessario per contrastare un pericolo imprevedibile che non può essere combattuto con altri mezzi, informando immediatamente gli altri Stati membri e la Commissione europea.

Alla luce di queste disposizioni, contenute nell’art. 8, comma 3, del citato D.Lgs 194/95:

  • La sostanza attiva Triciclazolo, con decisione della Commissione europea 2008/770/CE del 30 settembre 2008, non è stata iscritta nell’allegato I della direttiva 91/414/CEE (recepita con decreto legislativo 194/95). Considerata però l’importanza della sostanza stessa per la lotta contro il brusone del riso e tenuto conto delle richieste inoltrate da Associazioni di Agricoltori e del parere positivo espresso dalla Commissione Consultiva per i Prodotti Fitosanitari nella riunione del 14 aprile 2011,  la Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione ha provveduto ad emanare il decreto dirigenziale 5 maggio 2011 di autorizzazione eccezionale della durata di 120 giorni.

  • Le Regioni Emilia Romagna, Veneto e Piemonte ed alcune Associazioni di agricoltori hanno inviato delle note con le quali sottolineano che esistono delle epidemie di cancro batterico causate da batteriosi sulla coltura dell’actinidia e che l’unica strategia veramente efficace nel proteggere le piante di actinidia dal rischio di infezioni da batteriosi è costituita dall’impiego in fase vegetativa dai composti del rame, anche se questi principi sono contenuti in formulati autorizzati solo per l’impiego non in vegetazione. Le suddette Amministrazioni e Associazioni hanno chiesto, pertanto, l’uso di tali formulati anche in fase vegetativa. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, tenuto conto dell’urgenza del problema e della mancanza di mezzi alternativi di lotta contro l’avversità in questione, nella seduta del 14 aprile 2011 si è espressa favorevolmente a tale richiesta. Si è pertanto provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) i prodotti fitosanitari a base dei composti del rame di cui all’elenco allegato al decreto dirigenziale del 1 giugno 2011 per i quali le imprese interessate hanno presentato una richiesta di autorizzazione

  • Alcune Associazioni di produttori di patate hanno inviato alla Direzione Generale della Sicurezza degli Alimenti e della Nutrizione delle note con le quali sottolineano che gli elateridi della patata risultano essere un problema di difficile controllo e l’unica strategia veramente efficace nel proteggere le patate da questa avversità è l’impiego di formulati  a base di fipronil.

    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, tenuto conto dell’urgenza del problema e della mancanza di mezzi alternativi di lotta contro l’avversità in questione, nella seduta del 14 aprile 2011 si è espressa favorevolmente a tale richiesta. Si è pertanto provveduto ad autorizzare, in via eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) il prodotto fitosanitario GOLDOR PATATA a base di fipronil di cui al decreto dirigenziale del 9 giugno 2011 per il quale l’impresa interessata ha presentato una richiesta di autorizzazione.

     

Ai sensi dell’art. 53, comma 1 del regolamento (CE) n. 1107/2009 del parlamento europeo e del consiglio del 21 ottobre 2009 relativo a “Situazioni di emergenza sanitaria”, uno Stato membro può autorizzare, per non oltre centoventi giorni, l’immissione sul mercato di prodotti fitosanitari per un uso limitato e controllato, ove tale provvedimento appaia necessario a causa di un pericolo che non può essere contenuto in alcun altro modo ragionevole.

Alla luce di queste disposizioni:

  • Numerose Associazioni di agricoltori hanno segnalato la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari contenenti la sostanza attiva 1,3-dicloropropene per la disinfestazione dei terreni agricoli destinati alle produzioni ortofrutticole e floricole.
    La tematica è stata approfonditamente esaminata nel corso della riunione plenaria della Commissione consultiva dei prodotti fitosanitari del 21 giugno ed è stato istituito un gruppo ad hoc per definire le possibili misure di mitigazione del rischio connesse all’impiego della sostanza 1,3 dicloropropene sull’ortofrutta e sulle floricole.
    Il 12 luglio sono stati acquisiti i pareri favorevoli dei componenti della Commissione consultiva e, infine, è stato emanato il decreto dirigenziale 13 luglio 2011, per l’autorizzazione eccezionale ai sensi dell’articolo 53 del Reg. (CE) n. 1107/2009, dei prodotti fitosanitari a base di 1,3 dicloropropene, per il periodo compreso tra il 13 luglio 2011 e il 9 novembre 201.
     
  • La Provincia di Trento ed alcune Associazioni di Agricoltori hanno inviato delle note con le quali hanno sottolineato che la drosophila suzukii risulta essere un problema di difficile controllo e per proteggere da questa avversità i piccoli frutti è necessario utilizzare dei formulati a base di phosmet o deltametrina  La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nel corso della riunione del 25 maggio 2011 ha espresso parere favorevole al rilascio di autorizzazioni eccezionali e per un tempo limitato (120 giorni) ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009, per l’impiego, dei prodotti fitosanitari DECIS e DECIS JET a base di deltametrina sulle colture piccoli frutti (more e lamponi) e del prodotto SPADA WDG a base di phosmet sulla coltura del mirtillo di cui ai decreti dirigenziali del 18 luglio 2011 (scadenza 14 novembre 2011).
  • Alcuni Comuni delle Regioni Lombardia, Piemonte e la Regione Sardegna  hanno inviato delle note con le quali hanno sottolineato che le infestazioni da larve di Euproctis chrysorrhoea e thaumetopoea pityocampa (processionarie) risultano essere un problema di difficile controllo e l’unica strategia veramente efficace nel proteggere le aree forestali da questa avversità è l’impiego con il mezzo aereo di formulati a base di Bacillus Thuringiensis.

    La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari nel corso delle riunioni del 14 aprile , 25 maggio e 21 giugno 2011 ha espresso parere favorevole al rilascio di un’ autorizzazione  eccezionale per un tempo limitato (120 giorni) e nelle aree afferenti le Regioni Lombardia, Piemonte e Sardegna, ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009, per l’impiego, del prodotto fitosanitario FORAY 48B AVIO SIX a base di Bacillus Thuringiensis sulle aree forestali con il mezzo aereo di cui al decreto dirigenziale del 20 luglio 2011 (scadenza 16 novembre 2011).



  • La Regione Campania e un’Associazione di castanicoltori hanno inviato delle note con le quali hanno sottolineato che il cinipide del castagno risulta essere un problema di difficile controllo e per proteggere i castagni da questa avversità è necessario l’impiego di formulati a base di lambda cialotrina. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, nel corso della riunione del 25 maggio 2011, ha espresso parere favorevole al rilascio di autorizzazioni eccezionali e per un tempo limitato (120 giorni) ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009, per l’impiego, dei prodotti fitosanitari KARATE ZEON E KARATE ZEON 1,5  a base di lambda cialotrina per la lotta del cinipide del castagno di cui al decreto dirigenziale del 25 luglio 2011 (scadenza 21 novembre 2011).
     
  • Alcune associazioni di Agricoltori hanno inviato delle note con le quali hanno sottolineato che il riscaldo delle pomacee risulta essere un problema di difficile controllo, segnalando come l’unico metodo indispensabile e attualmente utilizzabile a contrastare tale fisiopatia sia l’impiego di formulati a base di difenilammina. La Commissione Consultiva dei Prodotti Fitosanitari, preso atto delle motivazioni favorevoli avanzate dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, nel corso della riunione del 25 maggio 2011 ha espresso parere favorevole al rilascio dell’autorizzazione eccezionale e per un tempo limitato (120 giorni) ai sensi dell’articolo 53, paragrafo 1 del regolamento (CE) 1107/2009, per l’impiego, dei prodotti fitosanitari a base di difenilammina. La D.G.S.A.N. - ufficio VII ha di conseguenza provveduto alla regolamentazione dell’impiego suddetto emanando il decreto dirigenziale del 01 agosto 2011 (scadenza 28 novembre 2011).

  • Alcune Regioni hanno segnalato la necessità di poter disporre di prodotti fitosanitari per la lotta contro il punteruolo rosso Rhynchophorus ferrugineus, che risulta particolarmente attivo nel periodo estivo, sulle palme. Preso atto di questa emergenza sono stati prorogati ai sensi dell’articolo 53 del regolamento CE n.1107/2009, con parere favorevole del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, prodotti fitosanitari già autorizzati ai sensi dell’articolo 8 comma 3 del decreto legislativo 17 marzo 1995, n 194. I prodotti fitosanitari oggetto di proroga sono i seguenti: RELDAN 22, VERTIMEC EC e METEOR. Il prodotto KOHINOR PLUS PALME FOUR costituisce una nuova autorizzazione. Tutti i prodotti fitosanitari sopra elencati sono autorizzati per un periodo limitato di 120 giorni con decreti del 04 agosto 2011 e con  scadenza 01 dicembre 2011.


attività in corso...
 
Mercato del Contadino Biologico
Corsi
COLLABORAZIONI
CiSEI Solidale
Incontri
 
ultime news...
 
BIO RACI 2018
01/05/2018
AGRICOLTURA SOCIALE, FATTORIE DIDATTICHE E CO-HOUSING, LE NUOVE FRONTIERE DELLA MULTIFUNZIONALITA' DELL'AZIENDA AGRICOLA
13/03/2018
STRACIVITANOVA 10-11/03/2018
20/02/2018
Alimentazione vegana per non vegani
06/02/2018
Nuovo anno associativo 2018
09/01/2018
leggi tutte le news...
  Newsletter | Sostieni CiSEI | Partner e Campagne | Libri / Dvd / Riviste | Link | FeedRSS
Feed RSS CiSEI su youtube CiSEI su facebook seguici su Twitter
  © CiSEI 2009 - Creative Commons Licenze - Cookies policy - Powered by Ifeelgood
Privacy Policy
 

Il sito www.cisei.info utilizza cookies tecnici e consente l'uso di cookies a "terze parti" che permettono di inviarti informazioni inerenti le tue preferenze. Se non desideri riceverli ti invitiamo a non navigare questo sito ulteriormente. Scopri l'informativa e come negare il consenso. Si evidenzia che, laddove non venga effettuata alcuna scelta e si decida di proseguire comunque con la navigazione all'interno del presente sito web, si acconsente all'uso di tali cookie.    OK, CHIUDI.